COMUNICATO DI LIBERAZIONE & RESISTENZA

"EPPURESISTE - Festa migrante delle resistenze e dei territori" fa tappa alla SOMS per una serata Antifascista in *immagini parole e suoni*


 

IMMAGINI

  IL RISVEGLIO DELLA SIBILLA  
foto di Eddy Bucci ed Eleonora Ponzio
La leggendaria profetessa Sibilla pare essersi risvegliata da un lungo sonno, stavolta per ingoiare intere località montane e non solo eroici cavalieri solitari.
 

La mostra “Il risveglio della Sibilla” raccoglie una serie di fotografie scattate nei luoghi dei Sibillini colpiti dal recente sisma, in particolare sono rappresentati i borghi di Arquata del Tronto, Castelluccio di Norcia, Montegallo, Amandola, Garulla e Gualdo. 
Le foto sono state realizzate da Eddy Bucci ed Eleonora Ponzio, lavorando con attrezzatura analogica e curando personalmente le stampe in camera oscura.
La nostra passione è la pellicola. Ci piace quell’attesa che consente di riflettere sullo scatto con più lucidità. Ma soprattutto ci piace lavorare su ogni scatto come un momento unico e irripetibile, che è anche un pretesto per narrare qualcosa di più grande e di più importante dell’immagine stessa.
Il progetto è organizzato in collaborazione con l’associazione giovani Mons Gallorum di Montegallo (AP). L'associazione, dopo il sisma che ha colpito il comune di Montegallo, ha deciso di impegnarsi attraverso un'iniziativa di solidarietà sociale Ricomponi AMO Montegallo. L'obiettivo è quello di raccogliere fondi, che saranno utilizzati per organizzare una serie di eventi e di attività ricreative sul territorio, in collaborazione con l'amministrazione comunale e le attività commerciali.
PAROLE

18.30: LEDA. LA MEMORIA CHE RESTA - Presentazione libro con le autrici Anna Paola Moretti e Maria Grazia Battistoni e discussione con Ninfa Contigiani (Unimc)

 “La storiografia non si è interessata a Leda Antinori, giovane staffetta partigiana, ma c’è una rete femminile che racconta di lei e che ha tenuta accesa la fiamma del testimone, che è passata a noi. Agganciando la memoria ai documenti, abbiamo composto con amore quello che ci parla di lei e ricostruito la sua storia affinché non si perda. È la storia di una donna molto giovane ma capace di scelte determinate. La storia di Leda non è solo quella di una vittima del nazifascismo: è una ricerca di libertà dall’occupazione straniera e dall’ideologia fascista, ma anche la ricerca di una misura per sé, senza la necessità di dover corrispondere a modelli imposti. La storia di Leda è un’occasione per riguardare alla presenza delle donne nella Resistenza, che fu partecipazione di massa, silenziosa, anonima, collettiva.”

 

19.30:  "#leviedelledonnemarchigiane. Non solo toponomastica". Letture in mostra di Elena Carrano

 

  SUONI

22.00 QELD Live [Working Class Hip Hop from Bristol]




Da Bristol (UK) arriva alla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corridonia il *Working class hip hop* di QELD, gruppo di riferimento della scena underground inglese. Liriche antifa su basi old school, per il serratissimo live di KUSH ZOMBIES, ultima fatica del duo.


Soulful, golden-era, boom-bap beats. Words from anarchist-communists who don't take themselves that seriously. Class war for your dancefloor.


 23.00 KKS meets RankingDelgado feat. Wise Sound [Dub & roots from Sicily]



"Sesto di otto fratelli, nato in una casa di terra in tempo di guerra, alla morte del Quinto, di nome e di fatto e Sesto di conseguenza. La luce negli occhi da eterno bambino, l’entusiasmo ed il vigore di chi sorride alla paura, la coerenza e la tenacia di chi sa credere, la sua umanità, il suo sorriso giovane tra i giovani, lui non sarebbe mai diventato vecchio, per principio".

Ancora una volta sarà Sesto Giorno e torneranno con noi gli amici dell'Armata Brancaleone, la folk-rock band che il globo ci invidia. Il loro carrozzone, dunque, farà tappa da noartri per presentarvi l'ultima creaturina, 'Folk Stalk'.




Come sempre, ve le suoneranno e le ballerete, ma come ogni Sesto Giorno che si rispetti non mancheranno vicotto&ciammellotto a merenda e penne all'arrabbiata qualche istante prima del live. In mezzo la novità: il calcetto imbrecciato, per sbucciarsi le caviglie come si faceva da bambini. Sorprese ce ne saranno? Qualcuno assicura che forse sì, ma chissà.

INGRESSO RISERVATO AI SOCI, CON POSSIBILITA' DI TESSERARSI SUL POSTO
Domenica 19 marzo.



FUORI SCALA, altre Marche al Gran Macello, 
vi aspetta l' 11 marzo 2017 a Macao,
Viale Molise 68, Milano.

- Alle 18:30 aperitivo a base di manicaretti marchigiani, potrete conoscere personalmente quei percorsi che non si sono fermati, o che se si sono fermati sono ripartiti, che le scale le hanno valicate e ancora proseguono, circondati dalle installazioni di Ratatà e Wabisabiculture.

- Alle 20:30 presentazione e proiezione di “Io sono la vita” di Giacomo Pecci e Stefano Teodori, co-prodotto dalle Officine Mattòli, 40’. 

- Alle 21:20 presentazione e proiezione di “Inagibile” di Giulia Natalia Comito e Tommaso Cassinis, 29’, Il film é su Bob Corn che allieterà con un concerto.

- Alle 23:00 elettrizzeranno il
 palco i Pacca de Porcu, duo chitarra e batteria nato nelle viscere della Bassa Marca maceratese, ora pronti ad esplodere anche a Milano in rappresentanza delle Marche 'zozze'!

- Alle 24:00 é invece attesa la Nema Problema Orkestar, con ritmiche balcaniche rigorosamente fuori Scala.

- Dalla 1:00 circa, sempre dalle Marche, si alterneranno in console Kunta Kinte Sound System e All Tribes, per farvi ballare a suon di Roots&DUB, all nigth long!

L’ingresso sarà ad offerta libera, consigliata di almeno 5 euro, per contribuire a questi percorsi così distanti e così vicini ai nostri.


FUORI SCALA, altre Marche al Gran Macello, é un evento che nasce da una serie d’incontri, un po’ come i punti d’intersezione della linea dell’ 8, i granelli di sabbia che si incastrano nel collo di una clessidra, la scintilla tra due pietre focaie, casuali e concausali.... esempi per rendere l’idea, dì inneschi ed affinità elettive, scintille comprese!

Il primo incontro cadde sotto i cieli del 2014: tre baldi viandanti di provenienza marchigiana, curiosi e vagamente informati, varcano le porte di Macao a Milano, spazio culturale ricavato da un ex macello. Nei loro petti pulsa il cuore della SOMS di Corridonia (Società Operaia di Mutuo Soccorso): si guardano intorno, esplorano, intercettano il cuore pulsante del Cinemacello: è colpo di fulmine!
Torneranno nel 2015, più numerosi, più propositivi; portano anche il cuore delle Officine Mattòli (Scuola di Cinema, Tolentino)..e galeotta fu la notte, le stanze del macao riecheggiavano delle chiacchere fino all'alba, idee a confronto, consonanze, prospettive, e ci si piace ancora di più. I battiti si fanno concerto.

La terza volta è la volta di Macao: sono i cuori di Milano che incontrano le terre marchigiane, a Corridonia, per sentire, per toccare, nei locali della SOMS, quel cuore pulsante. il ritmo lo detta OPEN. Esperienze in cassa armonica che s'intrecciano, si scambiano, si raccontano e si riconoscono.

ORA, quello che forse non é ancora chiaro ma che era già cristallino allora, E' che alcune 'comunità' separate da 485 Km di distanza e caratterizzate da territorialità molto differenti, POSSONO pompare sangue fresco nelle vene culturali dei rispettivi contesti e con uno stesso obbiettivo: SMUOVERE UN CORPO COMUNE TROPPO IMMOBILE.

Ed allora, sempre nel 2015, Macao torna in terra marchigiana ospite del festival Borgofuturo, dove il sangue scorre bene, scorre caldo. Tra i vicoli dell'antico borgo con l'aspirazione alla futuribilità (Ripe San Ginesio) ci si è imbattuti con un signore con la barba, una chitarra e l'aria lieve. E' Bob Corn, ed é li per cantare. Subito ci si accorge che lui fa parte di quel sistema cardiovascolare propulsivo che immete sangue buono nelle vene, anche lui è li per cantare di una volontà di un risveglio, un movimento, armonico, collettivo. Ci racconta che da quando la sua terra ha tremato, tutto é stato più difficile, che quella linfa vitale chiamata cultura rischia di arrestarsi, di quanto difficoltoso sia tornare a scorrere. 

Nel 2016 i percorsi di Macao, della SOMS, e di Borgofuturo, avanzano paralleli, percorrono le stesse direzioni, non si perdono di vista senza l'occasione d'incontrarsi fisicamente.
Poi d’improvviso s'alzano le SCALE, dal suolo marchigiano, con violenza, si aprono ferite...ma il flusso nelle vene culturali di questo territorio non si arresta, non vuole cedere. Inesorabile, rallenta, ma vuole scorrere.
Va da sé che ci si ri-incontri, si riconfluisca e ci si aiuti a ripartire... così nasce 'Altre Marche al granmacello', riaccogliersi e condividersi in un medesimo flusso. Borgofuturo, la SOMS , Officine Mattòli, Ratatà, Sottoradice e altre piccole-grandi realtà raccolte, per una sera ed una notte nuovamente a Macao, a Milano, per far risuonare i rispettivi battiti all’unisono, oltre ogni scala di misurazione e con una magnitudo propria.


Vi aspettiamo sabato 11 Marzo 2017 per far battere più cuori possibili insieme ai nostri, più forti di ogni boato!


Castello DUB Launch Party_Michael Exodus

ALL TRIBES SOUND SYSTEM & KUNTA KINTE (MC)
meets 
MICHAEL EXODUS (RM)

Sound System installed
// START H22.00 

Castello Dub inizia a scaldare i motori per l'edizione 2017 che si terrà il 1 Luglio al Castello La Rancia di Tolentino.

Venerdì 10 Marzo alal S.O.M.S. i sound resident All tribes sound system & Kunta Kinte Sound scalderanno la yard con selezioni e dubplate in vinile prima e dopo l'esibizione dell'ospite direttamente da Roma: Michael Exodus che con le proprie produzioni darà il via alla prima di due serate di lancio.

Soms e Ratatà - festival di illustrazione, fumetto ed editoria indipendente 
presentano

Bob Log III in concerto 

ore 18:30 Aperitivo+serigrafia live 
ore 20:00 Concerto 

Bob Log è un musicista, cantante, songwriter americano e membro unico della sua eponima one-man band di blues lo-fi, di base in Arizona. Durante la performance indossa una tuta blu e un casco da motociclista con maschera ad ossigeno collegata alla cornetta di un telefono che usa come microfono e gli permette di aver mani e piedi liberi di suonare rispettivamente chitarra e batteria. Bob Log è in tour quasi costantemente in tutto il mondo. Originario di Tucson, Arizona, è cresciuto ascoltando Chuck Berry, Bo Diddley e gli AC/DC. Entrato in possesso di una chitarra all'età di 11 anni, a 16 anni si innamora del Delta Blues, modellando il suo stile chitarristico su quello del chitarrista 'Mississippi' Fred McDowell... 

Di lui Tom Waits dice 

"Bob Log è la roba più strana che tu possa mai aver sentito. Non capisci una parola di quello che dice. Mi piace la gente che appiccica maccheroni su un pezzo di cartone e poi lo tinge d'oro. E' quello che fondamentalmente aspiro a fare anche io.

Ingresso riservato ai soci con possibilità di tesseramento sul posto 

Contributo Artista: 3€  


M'illumino di meno 
capita alla S.O.M.S. di Corridonia (Mc) per la nona volta consecutiva. E dato che siamo all'antica, siamo rimasti al tema della BikeTheNobel dell'anno scorso mescolando questa volta il tema del post-terremoto. La Cena a lume di candela vi sorprenderà: - chi viene in bici avrà l'obolo dimezzato grazie alla collaborazione con A.S.D. Club Corridonia S. C. - parte del ricavato sarà destinato a SibylinExperiences (http://www.sibyllinexperiences.com/) per il suo progetto di mobilità dolce e sostenibile sui "monti azzurri". Questo il menù (a base di prodotti dei Sibillini):

varianti [veg] {onnivoro} Antipasto: zuppetta di legumi dei sibillini, ricotta aromatizzata alle erbe di montagna, {"pane e ciauscolo"} Primo: Risotto alla mela rosa Secondo: {Pollo "pancettato"} - [Crocchetta di legumi] Contorno: Insalata di patata rossa Dolce: "ricordo di crescita fogliata"

Per info e prenotazioni, scriveteci un messaggio o chiamate Matteo 3331625741
M'illumino di meno, giornata finalizzata alla sensibilizzazione al risparmio energetico, nasce nel 2005 dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2 condotta da Massimo Cirri e Filippo Solibello e negli ultimi anni anche per noi è divenuta tappa obbligata.


Overflow Associati in Best Company presenta:

Bop [ Live set ]

LKSMN // Like Someone [ Live set ]

_________________________________________________________

Luca Affatato, classe 1976, in arte Bop produce musica da quando aveva 10 anni. Inizia a suonare, grazie a Ludo V, come dj Drum&Bass dal 1996/97, in seguito 16bit Suicide, duo electrorock, legato all’etichetta indipendente Registrazioni italiane con Davide Rossillo. In seguito, con Davide Squillace, si avvicina alla musica techno, con il moniker Phutura, producendo qualche vinile (Minisketch, Adagio, Globox..). Ha partecipato a vari eventi tra cui Analogie al Museo Madre, Fortezza da Basso Firenze, Dirty Kick, Flussi (AV), Semmai Factory Lab. Il 2016 ha visto l’uscita del suo EP “Music for Chairs” su Parachute Records, disco che ha ottenuto numerosi consensi da artisti e dalla critica di settore.

https://soundcloud.com/bopsinglayer/
https://soundcloud.com/best-company/

_________________________________________________________

Pietro Rianna, aka LKSMN // Like Someone è un selector ed un musicista napoletano. LKSMN sperimenta la musica come parte di un inconscio collettivo da elaborare e poi condividere con gli altri. Lo scorso marzo, a Napoli, all’Officina 99, insieme a Dave Saved e Nplgnn, apre Andy Stott. Nel 2013 pubblica la sua prima tape, “Aboutism” su Ruzzi. 

https://soundcloud.com/like-someone
https://soundcloud.com/best-company/

_________________________________________________________

Sabato 4 febbraio 0017
c/o Società Operaia di Mutuo Soccorso
Viale Procaccini, Corridonia ( MC )

Ingresso riservato ai soci



Il sodalizio, in elaborazione, dà spazio all'autoproduzione. Fra una cotta e una sfumata, ritorna l'Homebrewing Day, che giornata!

Cos’è?
E' una giornata dedicata a tutti coloro che producono birra a casa. Sarà l’occasione per assaggiare, confrontarsi e conoscersi.
Come funziona?
Tutti gli Homebrewers sono invitati a portare le loro birre in degustazione e riceveranno un rimborso per ogni degustazione effettuata.
Saranno come sempre ospiti e giudici dell’evento i Birrifici Artigianali della Zona.
La giornata si svolgerà domenica 22 gennaio 2017 nella sede dell’Associazione SOMS di Corridonia in Via Procaccini 50. Non ci sono limitazioni su quante e quali birre portare, l’unica regola è che bisogna fornire almeno due bottiglie per tipo. Le migliori birre riceveranno dei premi messi in palio dai partner dell’iniziativa.
Come faccio a partecipare?
Gli Homebrewers che volessero partecipare portando le loro birre, o volessero ulteriori informazioni, sono pregati di contattare gli organizzatori.
info 3391831081 Simone 3491297301 Luca
La partecipazione è gratuita, basterà comunicare via mail nome, cognome, e con quali stili di birra si intende concorrere.

Chi suona?
A partire dalle 20:00 live di
San Leo
Un gruppo musicale nato nella prima metà del XXI secolo nella Romagna Sud-Orientale.
Instrumental mantra-core duo from Rimini, Italy.
Marco Tabellini / m tabe - guitar
Marco Migani / inserirefloppino - drums

Venerdì 6 gennaio - "JUNK FOOD in ITALIAN MASTERS"


Carissim*,
dopo i bagordi di "Un Porco Capodanno" riparte la stagione dei concerti con il primo preziosissimo live del 2017!





Tornano finalmente a bussare alla porte della SOMS le sperimentazioni sonore dei Junk Food con il live dell'ambizioso progetto ITALIAN MASTERS, un disco in vinile registrato assieme ad Enrico Gabrielli: piccole monografie immaginifiche di alcuni tra i più grandi compositori di colonne sonore italiane.
Durante il concerto di venerdì 6 gennaio (ore 21.00) potremmo ascoltare le scroscianti rivisitazioni di celebri brani di Morricone, Umiliani e Trovajoli come "Per un pugno di Dollari" e "C'eravamo tanto amati".


Abili nel giocare con i pieni ed i vuoti sonori, i Nostri riescono a conferire magnificenza ad ogni singola parte, passaggio, nota, crepitio di ogni singola monografia. La sontuosità di Umiliani / Trovajoli / Morricone rinasce e trova nuova linfa vitale in questi componimenti, che sono grumosa pasta musicale per immagini liquide. [...] Epicità filmica a cui viene aggiunta un’impronta sanguigna che profuma di noise, jazz, art-rock, e che restituisce nuova vitalità agli stessi brani. (Da sentireascoltare.com)



Anche quest'anno, due pacche faranno da ponte tra un 2016 di resistenza e un 2017 che si preannuncia grasso e fortunato. Sottoradice vi invita tutti al cenone di San Silvestro a base di fresca e genuina carne di suino allevato DOP (denominazione e origine: PORCO) dalle esperte mani di un pistarolo del maceratese. Dopo cena, il grasso si smaltisce a forza di zompi e balli trash, tra Varnelli liquidi e DJ in carne ed ossa, per festeggiare l'anno che sta arrivando, e che tra un anno passerà. Venite venite, portate amici, coraggio e fegato. Noi ci mettiamo il maiale. 




Cenone sociale 30€
Menù:
- Antipasto:
Lenticchie alle 15 erbe dei Sibillini
Salsiccia e Coppa Porkshop
Formaggio e miele
Carote e finocchi al forno gratinati
- Primo:
Fettuccine fatte in casa con farina di castagno, funghi porcini, guanciale e pecorino
- Secondo:
Spezzatino in callara
Costolette al forno
insalata matta
Piatto proletario di mezzanotte a sorpresa
-Dolce, spumante, borghetti casareccio
-----------------------------------------------------------------------
Info e prenotazioni scrivere al 3391831081 Simone
-----------------------------------------------------------------------
DOPO CENA:
PORK TRASH NIGHT INGRESSO GRATUITO

C.T.D. sound system, Corazzata trash disagio
V per Varnelli
Dj Cameretta

ps: il 29 c'è...


Si riparte-parte 2!

La S.o.m.s. anche questa volta ospiterà il Voronoi Ass.Culturale per lo spettacolo di Lercio!!!!

- Macchinista fa arrivare il treno in orario: denunciato per apologia del fascismo

- Giornalista di Studio Aperto non sa di essere in onda e dà una notizia di economia

- Salvini si sveglia in un mondo migliore e scopre di non esistere

Ne volete ancora? Allora non potete assolutamente perdervi il Lercio live, il primo spettacolo ideato e scritto dalla redazione del sito satirico più amato d'Italia. Battute fulminanti, telegiornali improbabili e scoregge vaginali vi terranno compagnia per un'intera serata, al termine della quale verrà sorteggiato il vincitore di una batteria di pentole in acciaio inox 18/10.

Nessuna selezione all'entrata, a meno che non siate Checco dei Modà.

L'attesa è finita: domenica 11 dicembre il pranzo sociale segnerà l'avvio del tesseramento 2017 e il ritorno di Andreozzi LuCag detto Chef Cag ai fornelli. La formula sarà sempre la stessa: se magna, se beve e in culo al governo (in crisi o no che ce frega?)
Dopo il pranzo, come da tradizione, momenti culturalmente alti con il torneo di bocce e la consueta balera heavy.

Menù:

(Onnivori) [Veg]

Antipasto del CNEL
bruschetta con (midollo di manzo arrosto) [midollo di carota], insalata di prezzemolo e capperi;

Primi i senatori
crema di carote e finocchi arrostiti, sormontata da un raviolone ripieno di ceci e funghi, con (pancetta croccante) zenzero;

Secondo capitolo titolo V
(guancia di fassona piemontese brasata) 
[insalata con caprino, rape rosse, noci ed estratto amore di Cag];

Dolce scrutinio
panna cotta con spezie, gel di arancio e perle di vino cotto.

Info e prenotazioni entro venerdì 9 ai numeri in sovraimpressione e/o tramite messaggino vagabondo in privato

Prosegue il nostro CineSocialForum dopo l'inatteso successo del miniciclo dedicato a Diego Armando Maradona.
Il Cinematografo Avulsitudini è dedicato nel mese di dicembre a un Maestro del cinema italiano, Elio Petri, e in particolare alla sua Trilogia della Nevrosi.
Diverse sono state nel corso di una riunione speciale le proposte riguardanti diverse rassegne e la scelta di proiettare i tre film della Trilogia della nevrosi è stata presa tramite votazione palese con continui cambi di voto, in nome della democrazia ripensante. La rassegna ha battuto di misura un altro miniciclo di film, che magari vi facciamo vedere a gennaio. Per saperne di più:

http://enricogiammarco.com/2016/09/28/elio-petri-trilogia-retrospettiva/

«Il Neorealismo, se non è inteso come vasta esigenza di ricerca e di indagine, ma come vera e propria tendenza poetica, non ci interessa più. Occorre fare i conti con i miti moderni, con le incoerenze, con la corruzione, con gli esempi splendidi di eroismi inutili, con i sussulti della morale: occorre sapere e potere rappresentare tutto ciò.» Elio Petri.

Lunedì 5 dicembre h21:30 
“Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” (1970) è l’opera stilisticamente più completa, non a caso premiato perfino con un Oscar per il miglior film straniero. Si tratta di un raffinato thriller politico rivestito da indagine poliziesca...

Lunedì 12 dicembre h21:30 
“La classe operaia va in paradiso” (1971), è stato il primo film di alto profilo a entrare, letteralmente, nelle fabbriche, e a descriverne in profondità vita e dinamiche...

Lunedì 19 dicembre h21:30 
La trilogia si chiude con “La proprietà non è più un furto” (1973), il più allegorico e teatrale, frammentario e ricco di monologhi affogati nel buio, dedicato alla nevrosi del denaro...

Ingresso libero per soc*

S.O.M.S. Corridonia via Procaccini 50, Corridonia
Overflow Associati presenta: 

KINK GONG [ Live set ]

BABAU [ Live set ]

Small Path Music [ Proiezione documentario ]



_________________________________________________________


Laurent Jeanneau, in arte KINK GONG, è un musicista ed etnomusicologo autodidatta francese.
Laurent inizia a interessarsi alla musica già da molto piccolo. A sedici anni scopre il primo vinile di musica etnica (Lp di registrazioni sul Burundi prodotto ed edito da Ocora) e si appassiona così al mondo delle registrazioni e all'etnomusicologia.
Decidendo di andare per proprio conto a scoprire ed esplorare i suoni di culture differenti Laurent inizia la sua prima spedizione in India nel 1996 spostandosi poi in Africa nel 1999-2000 dove registra il suo primo album: "Music of Tanzania" in cui il musicista esplora il retaggio musicale sacro e profano degli Hazda, dei Datoga e dei Makonde iniziando a registrare su minidisc e con un'attrezzatura minima. il presente lavoro segna l'inizio di una lunga collaborazione con l'etichetta di world music Sublime Frequencies con sede a Seattle, che conta più di cento album riguardanti le più diverse tradizioni.
Dopo l'esperienza in Tanzania Laurent, non convinto di continuare la propria ricerca in Africa, si trasferisce di nuovo in Asia alla fine del duemila esplorando in ordine Cambogia, Laos, Vietnam, Cina e Tailandia. In questo periodo, che va dal 2003 al 2014, Laurent registra più di centocinquanta cd e accumulando ore e ore di registrazioni di qualsiasi tipo: In undici anni si concentra di volta in volta, esplorando le campagne e l'hinterland su panorami musicali affatto differenti interessandosi in particolare ai suoni della Zomia (parola tibeto-birmana che definisce vasta porzione di terra che comprende il nord del Vietnam e tutto il Laos, che va oltre il controllo del governo), ai riti Cham tibetani, alle orchestre molam in Laos, alla musica dei black Hmong in Tailandia, alle arpe a bocca, ai canti dello Yunnan in Cina e, ovviamente, ai gong, sui quali ha affrontato conferenze della lunghezza di tre ore.
Nel 2007 Laurent fonda la sua etichetta in cui, oltre che il lavoro fatto negli anni, raduna le sue composizioni personali e nel 2014 si trasferisce a Berlino, dove ora vive.
Da allora Laurent ha partecipato ad eventi importanti quali il CTM a Berlino e l'Outernational days a Bucharest collaborando oltre che con SUBLIME FREQUENCIES (con cui ha pubblicato sette album e un dvd riguardante la sua carriera), con artisti, etichette e videomaker come Discrepant, Rabih Beaini, Vincent Moon e David Harris. Ha pubblicato la sua ultima cassetta con il collettivo italiano Artetetra.
I suoi lavori sono stati acquistati da Dahlem ethnologisches Museum, Ethnology museum of Geneve, The british library, The linguistig dept. of Oxford, Ethnomusicology dept. of Vancouver university, University of Washington in Seattle, University of Wisconsin in Madison.

https://soundcloud.com/kinkgong

_________________________________________________________

BABAU è un progetto nato e cresciuto a Potenza Picena (MC) e formato da Luigi Monteanni (chitarra, voce, clarinetto basso), Matteo Pennesi (synths e altri artefatti) ed Edoardo Grisogani (percussioni).
Il trio prende ispirazione dall'exotica, dal dub e dalle migliaia di ore passate davanti al computer ad ascoltare qualsiasi cosa.
Ciò che esce fuori è un pot pourri di temi, ritmi e armonie prese in prestito da altre culture, arrivando a mettere insieme il Rano Kau fumante durante le tempeste equatoriali, le orchestre molam del Laos e atmosfere pseudo-kosmische.
Attraverso la loro etichetta Artetetra, i Babau hanno fatto uscire l'ultimo lavoro "Papalagi"; inoltre hanno partecipato recentemente alla compilation "Interdimensional folklore vol.1" uscita per Communion.

https://soundcloud.com/bab-u

_________________________________________________________

Proiezione del documentario SMALL PATH MUSIC di David A. Harris.
Film del 2010 che raccoglie le testimonianze dei lavori di KINK GONG a contatto con le tradizioni musicali locali del Laos settentrionale e delle zone di confine dello Yunnan.
 VORONOI @ SOMS
 
Ci sono storie che hanno diritto di continuare a r/esistere, perché possono cedere i luoghi in cui sono nate e si sono costruite, ma non cederanno mai le spalle sulle quali si sono formate. Per questo domenica 27 il live di la Rappresentante di Lista organizzato da Voronoi Ass.Culturale verrà ospitato da noi. Perché loro sono fratelli e sorelle, sono compagni e compagne e di strada insieme, fatta di storie comuni, vogliamo farne ancora tanta.

La Rappresentante di Lista è una band nata nel 2011 dall’incontro tra Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina. Lui palermitano, lei toscana, entrambi attori teatrali, scrivono a quattro mani testi e melodie. L’anno successivo alla formazione la band inizia una lunga serie di concerti in giro per l’Italia. Nel 2013 la Rappresentante di lista vince Arezzo Wave Sicilia. È del 2014 invece la candidatura alle targhe Tenco – miglior disco d’esordio e la partecipazione alle finali del festival Musicultura. Nel marzo 2014 esce il loro primo album “(Per la) via di casa” per l’etichetta bolognese Garrincha Dischi. Il disco, pro
dotto con Roberto Cammarata (Waines, Omosumo), vede al suo interno diverse collaborazioni: Banda alle Ciance, Simona Norato, Antonio Di Martino, Serena Ganci (Iotatòla), Angelo Di Mino. “(Per la) via di casa” (ora in ristampa) gira l’Italia con centinaia di concerti in teatri, club, appartamenti, terrazze, cortili, automobili e strade (Ferrara Buskers nell’ agosto 2014). Nel giugno 2015 esce Invisibilmente, primo 45 giri estratto dal nuovo disco, in uscita sempre per Garrincha dischi. A settembre 2015 Veronica è nominata miglior voce femminile della scena indie dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti.

 
La serata ospiterà la mostra "IL MIO NOME è ROSSO" di Sara Virginia e Robert Tsarukian, studenti dell'Accademia di Belle Arti di Macerata.


«Sento che vi domandate: cosa vuol dire essere un colore? Il colore è il tocco dell'occhio, la musica dei sordi, un grido nel buio. [...] Sono cosí contento di essere rosso! Mi brucia dentro, sono forte, so di attirare l'attenzione, so anche che non riuscite a resistermi». Orhan Pamuk, Il mio nome è rosso



Stavolta tocca a "La Cucina Lucana"!

2° appuntamento stagionale con "Il Pranzo della Domenica", il ciclo di pranzi sociali alla SOMS ideati e cucinati dall'Associazione SottoRadice alla scoperta di usi e pietanze di alcune regioni italiane.





IL PRANZO DELLA DOMENICA
Le cucine regionali in goliardica forma


13.00 PRANZO "LA CUCINA LUCANA"

16.00 ROOTS 'N' CULTURE dj set


✓ Antipasto
Pruvulone appecate (provola appesa alla brace)
Peprigne Roseca Roseca (peperone crusco secco fritto,)
Insalata di Lampascioni
Zuppa di ceci e castagne

✓ Primo
Fussid e cautarogne al ragú di Vrasciole e Pezzente
(pasta artigianale lucana con ragu di involtini di vitello, pecorino e salsiccia)

✓ Secondo
Vrasciole (dalragù)
La morra r pzzend (frittata di salsiccia peperoni e patate)
✓ Vini: Aglianico del Vulture, Verdicchio
Prezzo: 15€

Prenotazione obbligatoria (Max 50 posti), con possibilità di richiedere un menù vegetariano al prezzo di 12

3391831081 Simone
3331771562 Marco
 
Vi aspettiamo!
 COMUNICATO DI RI-PARTENZA


rIpartire stavolta è molto più duro. Le ferite aperte dalle scosse di mercoledì 26 e domenica 30 sono difficili da rimarginare, ma i segnali, anche minimi, sono importanti. Per questa ragione, nella giornata di lunedì, abbiamo deciso di tenere aperto il nostro spazio e di accogliere chi avesse anche solo bisogno di condividere le proprie preoccupazioni. Nella stessa serata, è stato deciso di dare un segnale ancora più importante e di confermare il concerto del 5 novembre, facendone una serata di solidarietà e vicinanza ai nostri fratelli e alle nostre sorelle che nel terremoto hanno perso tutto. Vogliamo in questa circostanza dire loro che ci siamo e ci saremo e lo facciamo con la formula più immediata che potesse venirci in mente: la raccolta fondi.
L'intero incasso, infatti, verrà devoluto in beneficenza, ma non solo: ALTRE DI B si esibiranno a TITOLO GRATUITO e a loro va tutta la nostra gratitudine.




ALTRE di B?

Ci sono già venuti a trovare un paio di anni fa e stanno diventando seriamente famosi ma per chi non li conoscesse...

Altre di B, come recitava la schedina.



Esistono poche cose al mondo in grado di far emozionare, di unire, di far parlare e filosofeggiare al limite dello sproloquio quanto lo sport. Sport come spaccato degli alti e bassi della vita, metafora dei traguardi, dell’abnegazione, delle gioie e dei dolori. Sport che non è solo una collezione di stipendi mostruosi o di campanilismi mai sopiti, ma è soprattutto un insieme di storie a volte eccezionali a volte minime, fatta da personaggi epici, a loro modo leggendari. E sono questi i personaggi che prendono vita nel nuovo disco di Altre di B, una delle realtà più belle e curiose che si sta affermando sotto le Due Torri di Bologna, cinque ragazzi che in pochi anni hanno sviluppato una resistenza da maratoneti, una forza da scalatori, una follia di fondo da combinata nordica: hanno vinto un numero sterminato di concorsi, hanno suonato in America, all’Ypsigrock e allo Sziget, hanno condiviso il palco con chiunque, dai Marta Sui Tubi a Patti Pravo, da Stephen Malkmus a Of Montreal, non disdegnando anche qualche sagra dell’asparago. E tutto questo è confluito in un disco, “Sport” appunto, capace di unire un indie-rock graffiante a delle sonorità fresche ed incredibilmente stratificate, che giocano con i synth e le chitarre elettriche, che omaggiano i Tokyo Police Club e i Presidents Of The USA ma che mettono sul piedistallo uomini incredibili, dallo sherpa Tenzing Norgay allo scacchista Kasparov. Le sessioni di allenamento per preparare questo disco sono state lunghe e meticolose anche grazie al lavoro di Stefano Riccò (che ha registrato, mixato e prodotto “Sport” al Dude Music di Correggio) e di Andrea Suriani (che si è occupato del master); ora la squadra è pronta a giocarsela fino alla fine, perché anche se Agassi scriveva che le sconfitte durano molto più delle vittorie, gli Altre di B hanno le carte in regola per alzare una bella serie di trofei.

https://www.rockit.it/altredib